Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Privacy policy

Canone Patrimoniale Unico - Occupazione di spazi ed aree pubbliche

Chi avesse la necessità di occupare spazi o aree pubbliche deve presentare la specifica domanda finalizzata ad ottenere la concessione da parte del Comune. La materia è definita dal Regolamento comunale per l’applicazione del Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, approvato dal Consiglio comunale il 30/12/2020, che sostituisce il regolamento di applicazione del Canone di Occupazione Suolo (COSAP).

Immagine di Canone Patrimoniale Unico - Occupazione di spazi ed aree pubbliche

Cos'è

Qualsiasi occupazione di spazi ed aree pubbliche, o area privata soggetta a servitù di pubblico passaggio, è vincolata all'ottenimento di specifica concessione secondo le modalità stabilite dal Regolamento comunale per l’applicazione del Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, approvato con Delibera del Consiglio comunale n. 46 del 30/12/2020. Il Canone patrimoniale sostituisce dal 01/01/2021 il Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche - COSAP (e l’Imposta comunale sulla pubblicità e il Diritto sulle pubbliche affissioni).

A chi si rivolge

Deve presentare la domanda di rilascio di concessione:

  • chiunque intenda occupare in modo permanente (oltre un anno) e anche in modo temporaneo, una porzione di spazio o area pubblica, per esempio per collocare sedie e tavolini da parte di un esercizio pubblico, oppure per installare un ponteggio per lavori di manutenzione edile, oppure per l’attività di vendita ambulante sulle piazzole del mercato comunale

  • chi deve modificare la concessione in relazione alla intestazione/titolarità, alla superficie dell’occupazione, agli arredi, all'oggetto

  • chi deve ottenere la voltura di occupazioni già concesse

  • chi deve chiedere la cessazione dell’occupazione

Cosa serve

Come detto, qualsiasi occupazione di spazi ed aree pubbliche è vincolata all'ottenimento di specifica concessione: essa è il documento che consente l'occupazione, stabilisce i diritti e gli obblighi del concessionario e determina l’entità del canone.

È necessaria anche nel caso in cui l'occupazione sia esente dal pagamento del canone ed è sempre revocabile per comprovati motivi di pubblico interesse.

Per ottenere la concessione di occupazione di spazi ed aree pubbliche è necessario presentare la domanda utilizzando il modulo predisposto dall'Ufficio (cercare il modulo nella apposita sezione Documenti).

Come si ottiene

La domanda compilata sul modulo predisposto (cercare nella apposita sezione Documenti) va presentata all’Ufficio Tributi del Comune, inviandola all'Ufficio protocollo all'indirizzo e-mail:

oppure utilizzando lo sportello SUAP del Comune.

Si precisa che l'imposta di bollo è dovuta sia per la domanda che per l'atto di concessione/autorizzazione rilasciato dall'Ufficio.

Costi

Il canone è calcolato in base alla superficie occupata, alla durata e tipologia dell'occupazione e alla tariffa (prospetto delle tariffe) riferita alla classificazione dell’area occupata (planimetria con classificazione del territorio).

Per le nuove concessioni il pagamento del canone deve essere eseguito prima del ritiro dell'atto (art. 30 comma 2 del regolamento).

Per le annualità successive a quella del rilascio della concessione o presentazione della dichiarazione, il versamento del canone va effettuato entro il 31 gennaio di ogni anno (art. 30 comma 3 del regolamento).

Il canone deve essere corrisposto in un’unica soluzione. Qualora l’importo del canone annuo sia superiore a euro 300,00 è consentito il versamento in rate trimestrali di pari importo scadenti il 31/01, il 30/04, il 31/07 e il 31/10 (art. 30 comma 7 del regolamento).

Il pagamento va effettuato esclusivamente mediante la piattaforma PagoPA della concessionaria Abaco S.p.A.

Tempi e vincoli

La concessione è rilasciata entro 30 giorni successivi alla presentazione della domanda.

Nel caso la domanda sia incompleta o siano necessari dati integrativi i termini sono interrotti fino alla sua integrazione.

Altre informazioni

Per ogni informazione dettagliata è possibile contattare la ditta Abaco S.p.A., concessionaria per la gestione e riscossione del canone per il comune di Cornuda: • tel. 049-92.57.30 • mail: info@abacospa.it • Pec: info@cert.abacospa.it

Documenti

  PDF288K Regolamento Canone patrimoniale.pdf
  PDF23,2K Prospetto tariffe canone unico.pdf
  PDF738,9K Planimetria classificazione territorio.pdf
  PDF226,8K Modulo_partecipazione_mercato giovedì.pdf
  PDF174,2K Modulo_partecipazione_mercato agricolo martedì.pdf
  PDF291K Modulo richiesta occupazione permanente_stagionale_temporanea.pdf